lunedì 17 settembre 2012

ETNACOMICS 2012: the day after ...

               "considerazioni e buoni propositi"






Negli ultimi 5 anni la mia frequentazione delle mostre-mercato di fumetti è stata davvero pari a zero...
un paio di edizioni di Cartoomics, a Milano e un altro paio di piccole manifestazioni di provincia, di poca rilevanza...
Tutto ciò però non mi ha fatto dimenticare com'erano le grandi mostre in cui mi recavo ai bei tempi andati, a Lucca, per esempio, o ad Expocartoon a Roma,  Bologna...Napoli...
Etnacomics regge bene il confronto...
E' una bella occasione ben sfruttata, ben organizzata e con ancora tante potenzialità.
Non ho i dati ufficiali alla mano, ma credo che sia stata un vero successo anche quest'anno, il secondo per la precisione...
Ho sentito dire che nel 2011 i visitatori, in 3 giorni furono 25.000...
Sentiremo a breve il responso...
Per quanto riguarda Blam! Editions posso ritenermi personalmente soddisfatto, nonostante il rammarico per qualche piccolo errore di organizzazione...
Forse poco tempo per pubblicizzare la nostra presenza, poco "spettacolo" offerto al pubblico per attirare l'attenzione sui prodotti...dettagli, importanti, vitali dettagli che non son stati adeguatamente studiati.
Però dal punto di vista strettamente educativo ho capito molte cose, anche grazie al fatto di aver dialogato con vecchi e nuovi amici...
Colgo appunto l'occasione per salutare e ringraziare Alessandro Bottero per la consueta disponibilità e gentilezza, il sempre presente e sorridente Emanuele di Giorgi della Tunuè, il ritrovato Mario Benenati di Fumettomania, Luca Presicce della Wombat, tutti i ragazzi di Cuori D'Inchiostro, Stefania Marino Gambazza disegnatrice di Happy Jesus, Dan Strano con la sua irresistibile gang di Onarts al completo...
Ringrazio infine, e aggiungerei principalmente, tutti coloro i quali ci hanno dato fiducia comprando i nostri albi, contribuendo a modo loro alla nascita di quella che è attualmente l'unica casa editrice di fumetti siciliana...
Non me ne vanto, sia chiaro, però in un certo senso di questa nostra "singolarità" me ne dispiaccio...
E' davvero frustrante constatare quanta creatività e quanti professionisti in gamba stia sfornando di recente la nostra terra, eppure nessun imprenditore che si metta in gioco rischiando, puntando sulla forza delle idee e il talento nostrano.
Tutto ciò suggerisce che dobbiamo ancora crescere...

Ma alla fin fine credo che in piccolo, questo demerito siciliano sia parte di un grosso difetto comportamentale italiano... e non circoscritto al solo Mondo-fumetto...



cambiando discorso...



Indubbiamente, a parte tutto, ci siamo divertiti, sia io che Claudio Val, senza dimenticare Paolo Zeccardo e Marco Tanca che con estremo senso del sacrificio e attaccamento alla causa della Blam! hanno affrontato il viaggio rispettivamente da Roma e Cagliari per raggiungerci, rendendo ancor più speciale e memorabile questa esperienza in quel di Catania.
I due bravissimi autori non solo hanno firmato dediche nei volumi, ma hanno disegnato quasi incessantemente, mostrando ancora una volta quanto fuoco creativo arde in loro e quanta voglia di fare possa celarsi nei tanto bistrattati giovani d'oggi...
 

Vedendoli all'opera, la mia già immensa voglia di fare è aumentata esponenzialmente.




 


Soprattutto quando mi ricordo che in cantiere sono in lavorazione storie davvero degne di essere narrate e personaggi così affascinanti che lasciarli nel limbo delle idee irrealizzate sarebbe un peccato mortale.








 

Così oggi mi siedo nuovamente davanti al tavolo da lavoro e con il sorriso sulle labbra e la matita in mano mi rendo conto di avere in corpo una gran voglia di disegnare e raccontare storie...

Nel frattempo, i nostri primi volumi stanno riempiendo gli scaffali delle fumetterie di altre due città...Catania e Treviso...


Blam!


Stay Tuned

2 commenti:

Supersmanf ha detto...

invidia (in senso positivo).
Sono sicuro che basta e avanza a spiegare come mi sento.
A presto blammi:)

Salut

Egle ha detto...

mi spiace sentire ancora queste cose, conosco Claudio sono una fumettista della cagliostro e posso capirti benissimo.
penso che non bisogna mollare.
Ho appena finito un fumetto e presto lo spedirò a qualcuno. ciao e coraggio c'è ancora molto da fare
Egle Guerini